• Non ci sono prodotti nel carrello

Quiet Departure | Chasing Spaces

Il primo brano è concluso. Il primo di 5 (forse 6) che saranno contenuti nel mio primo album “Chasing Spaces”. Un brano un po’ lontano da quello che poi sarà invece lo stile funk, o come l’ho ribattezzato io “Cosmic Funk”, del progetto completo.
In questo brano, pur non contenendo una parte di basso tradizionale vera e propria, sono chiari i riferimenti al lavoro di Eberhard Weber (con le dovute e siderali distanze ), uno dei contrabbassisti che mi hanno influenzato di piùnella mia vita musicale.
Questo brano doveva essere sostanzialmente un brano unico composto da più sezioni unite tra loro e con la durata di un intero cd. Una sorta di brano “concept album”. Idee successive mi hanno indotto a spezzarlo, includendo solo le prime 2 parti con un unico titolo “Quiet Departure”. Quella che doveva essere la terza parte, in fase di registrazione, sarà armonicamente legata ma diventerà un brano a sé stante.

Un piccolo aneddoto: a dirla tutta, una parte di basso fretless era stata contemplata e suonata, ma poi sostituita con la parte di corno inglese. Il timbro del basso si impastava troppo con il tappeto sonoro e non dava lo stesso risultato. Ironico come la prima traccia dell’album sia senza un basso. Stranezze da bassisti! 

SCRIVI UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ARTICOLI CORRELATI